Una sorella è più di un’amica, è metà del nostro cuore. (Leggi )

Una sorella è più di un’amica. Il legame che si crea con lei va al di là del vincolo familiare. È una compagna di battaglie, un pilastro quotidiano e incrollabile su cui possiamo sempre contare.

Potranno esserci alcune differenze e forse gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza sono stati un terreno di competizione, di litigi, vestiti da prestare e gelosie da dissimulare, ma alla fine, gli anni fanno comprendere l’importanza di questo vincolo.

Si dice che la vera famiglia è quella che scegliamo, senza necessità di condividere gli stessi cromosomi. È vero, lo sappiamo tutti. Spesso, però, il legame che si stabilisce con una sorella è più forte di tutti gli altri.

È un legame emotivo e biologico molto intimo; chi ha la fortuna di avere una sorella sa bene di avere tra le mani un vero tesoro da proteggere e apprezzare.

Se avete litigato o se vuoi esprimerle il tuo affetto con un bigliettino dolce perché a parole non sei bravissima a dire ciò che provi, prendi spunto dalle frasi più belle da dedicare ad una sorella!

Essere sorelle: un legame che trascende il vincolo di sangue

Magari è trascorso un po’ di tempo dall’ultima volta che avete parlato con vostra sorella. La vita a volte ci mette di fronte a strani bivi in cui pesano molto l’orgoglio o quei piccoli dissidi nati in un momento in cui ci si comporta con poco tatto.

Tuttavia, nonostante la distanza e la collera, il cuore resta ammaccato ed è difficile mantenere a lungo questa separazione, questa inimicizia. In fondo, è sempre stata la nostra sorella maggiore o la nostra sorellina più piccola a guidarci o a darci il consiglio più giusto.

Una telefonata, due risate, un ricordo comune e immediatamente rinasce quel legame indistruttibile che esiste, nonostante la distanza e le critiche.

 

A volte sembra incredibile: nonostante si abbia ricevuto la stessa educazione, si siano vissute le stesse esperienze, ogni sorella finisce per avere un carattere molto diverso dall’altra.

Ci sono le sorelle ribelli, che ci insegnano a difendere i nostri spazi, i nostri diritti, a tenere testa a tutti e a fare le scelte migliori per noi.

Altre, invece, sono quel mare di calma ed equilibrio dove andare a rifugiarsi e cercare conforto, un sostegno per quei momenti difficili in cui abbiamo bisogno di sentirci ascoltate e capite.
Così come un figlio non è mai la copia dei genitori, ogni sorella ha la sua personalità, le proprie passioni e la propria reazione di fronte alla stessa esperienza. Ed è proprio questo il punto di forza: essere complementari ci aiuta a crescere.

Quando non servono le parole

Non è necessario dire ad una sorella che stiamo male quando ci scontriamo con lei. Il legame di sangue, le emozioni e l’esperienza le permettono di intuirlo immediatamente. È in questi momenti che si percepisce quella vicinanza e quell’attenzione che ci rasserenano.

È vero, ci sono anche le amiche, i fidanzati, i genitori, ma una sorella condivide con noi un intero patrimonio di storie e situazioni che le permettono di capire al volo in che modo aiutarci.

Non importa che si interponga un oceano, che diventare adulte o le vicende personali obblighino a separarsi per formare un nuovo tipo di coppia.

La preoccupazione e l’affetto per una sorella è sempre vivo da qualche parte, in modo naturale e quasi istintivo. Telefonate, messaggi: si trova sempre il modo per poter contare su questo appoggio, perché il pensiero ritorna regolarmente con nostalgia all’altra metà del nostro cuore.

Nessuno ci parla con tanta sincerità come una sorella

Saranno gli anni o le esperienze vissute insieme, ma sappiamo con certezza che una sorella ci parlerà sempre con sincerità e schiettezza

Una sorella non si sente in obbligo di essere accondiscendente, tanto meno di compiacerci con parole di comodo. Sa bene che la sincerità è parte del legame ed è certamente quello che ci aspettiamo sempre da lei.

  • Una sorella sarà sempre più di un’amica, perché ha vissuto con noi mille vicissitudini. Il periodo dell’infanzia, a volte complicato, l’adolescenza con le sue delusioni, una fase in cui abbiamo cercato il suo appoggio e, infine, la maturità: sono tappe personali che abbiamo condiviso e che lasciano il segno.

fonte :http://www.imigliori.info/

Precedente La rabbia dei Pediatri Italiani: “Basta cellulari e tablet ai bambini, i danni sono nefasti” Successivo Spesso la gelosia non nasce da ciò che vediamo, ma da ciò che immaginiamo